News Detail

28.09.2017

SBPV-News

Risoluzione delle commissioni di personale bancario concernente l’orario di lavoro

I presidenti delle commissioni del personale delle banche, consultatisi e riunitisi a Olten, hanno preso atto con stupore delle proposte di flessibilità dell’orario di lavoro  formulate dalla Piattaforma formata da tre associazioni del personale e un’associazione di datori di lavoro. Le commissioni del personale respingono l’estensione della durata massima del lavoro quotidiano e settimanale nella versione presentata. L'ASIB desidera discutere sulla flessibilità dell'orario di lavoro solo nell'ambito del partenariato sociale, sulla base di misure di protezione della salute concrete e misurabili.

Aumento del carico psichico

In questi ultimi anni, il carico psichico al lavoro è aumentato notevolmente soprattutto nel settore dei servizi toccati da tali proposte: intensificazione del lavoro in seguito a ristrutturazioni, sviluppo di uffici di grandi dimensioni, maggiori fonti di sollecitazione in particolare a seguito dell’esplosione delle comunicazioni elettroniche. Ne consegue la necessità di avere abbastanza tempo per riposare tra due giorni lavorativi. Aumentando in modo massiccio la durata possibile del lavoro e riducendo parallelamente il tempo per recuperare, la salute degli impiegati sarebbe compromessa.

Le commissioni del personale rilevano che la popolazione interessata dall’estensione della durata massima del tempo di lavoro è particolarmente colpita dall’aumento del carico psichico. Inoltre, la definizione del personale dirigente e altamente qualificato è troppo vaga  e permetterebbe d’imporre un’eccessiva flessibilità dell’orario di lavoro ad un’ampia cerchia di collaboratori. Il settore finanziario in particolare impiega un elevato numero di personale altamente qualificato ai quali questa flessibilità potrebbe essere imposta.

La flessibilità è già possibile oggi

Le commissioni del personale notano che la legge sul lavoro offre numerose possibilità di flessibilità dell’orario di lavoro e permette così di rispondere alle esigenze dei datori di lavoro e degli impiegati.

Le commissioni del personale delle banche sottolineano che l’ultima importante revisione della Legge sul lavoro è entrata in vigore nel gennaio 2016 con la modifica dell’Ordinanza 1 relativa alla legge sul lavoro. Quest’ultima offre la possibilità di facilitare la registrazione dell’orario di lavoro. E’ stata preceduta da intense discussioni con i differenti partner interessati allo scopo di tener conto dei bisogni dei datori di lavoro mantenendo un quadro di protezione della salute efficace per gli impiegati. Una valutazione scientifica delle conseguenze di questa revisione non è ancora stata presentata. Nessuna nuova revisione del regolamento sull’orario di lavoro non può essere discussa seriamente prima di tale valutazione.